reifen porno

Giorno della Memoria - 2018

In occasione del Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale celebrata ogni anno per commemorare le vittime dell'Olocausto, due appuntamenti per non dimenticare la Shoah nelle sue intense sfaccettature.

> GIOVEDI' 18/01/18 h 9:00 (scuole) e 21:00 (adulti)
CHIUSA DI PESIO - Biblioteca civica E. Alberione
"Sapere che qualcuno aspetta me" - Il diario di Anne Frank raccontato dal suo curatore

> MARTEDI' 23/01/18 h 21:00
BUSCA - Teatro Civico - locandina
"La nota dolente" - La voce di un'ebraista, la musica di un quartetto Klezmer, il corpo di un'attrice

Iniziative ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.


> GIOVEDI' 18/01/18 h 9:00 (scuole) e 21:00 (adulti)
CHIUSA DI PESIO - Biblioteca civica E. Alberione
"Sapere che qualcuno aspetta me" - Il diario di Anne Frank raccontato dal suo curatore Matteo Corradini

"Simbolo della Shoah, Il diario di Anne Frank è una luce nel buio della storia e ancora oggi illumina la vita di milioni di persone. La nuova versione, che riporta il testo alla sua primaria lucentezza, è frutto di una scrupolosa ricerca filologica, lessicale e letteraria condotta dal curatore Matteo Corradini direttamente sulla stesura originaria di Anne, liberata da interventi e tagli operati dopo la scomparsa della giovane autrice".

Matteo Corradini, ebraista e scrittore, si occupa di didattica della Memoria, fa ricerca sulla Shoah in Olanda e a Terezín (Repubblica Ceca) recuperando storie, oggetti, strumenti musicali, e scrive libri per ragazzi. 


> MARTEDI' 23/01/18 h 21:00
BUSCA - Teatro Civico - locandina
"La nota dolente" - La voce di un'ebraista, la musica di un quartetto Klezmer, il corpo di un'attrice

La voce di un’ebraista (Maria Teresa Milano), la musica di un quartetto klezmer (formato da giovani musicisti), l’arte gestuale e corporea di un mimo (Silvana Scotto in arte Sosol mimo clown), saranno i tre elementi protagonisti di una toccante performance che riporta in vita componenti profondamente umane.

Dietro ogni nota si snoda la Storia, che in questa lezione concerto si dipana fra narrazione, musica dal vivo e mimo, per raccontare la complessità delle esistenze durante la Shoah.

La proposta nasce nell’ambito del Progetto Diderot, sostenuto dalla Fondazione CRT  (ente cofinanziatore la Fondazione CRC). La serata è realizzata con il contributo dell’Unione Montana Valle Varaita, del Consorzio BIM Bacino imbrifero del Varaita e del Comune di Busca. 


INFORMAZIONI:

> Tutte le iniziative sono a ingresso libero, fino a esaurimento posti.
> Per info: La Fabbrica dei Suoni, tel. 0175 567840 - www.lafabbricadeisuoni.it